PETRELLA DA BOLOGNA VITTORIO-PITTORILIGURI.INFO

Bologna, 1886 – Luserna San Giovanni (TO) 1950

Vittorio Petrella da Bologna pittore che ha operato in Liguria

Vittorio Petrella da Bologna autodidatta, iniziò a dipingere nature morte passando poi al paesaggio e alla rnarina (in particolare soggetti dì Sanremo e Bordighera).
A Torino, durante la sua prima mostra, un suo olio viene acquistato da Vittorio Emanuele III e due suoi grandi pannelli floreali vanno al Museo Civico di Torino.
Ottiene subito riconoscimenti e premi a Bologna (Mostra del Paesaggio), a Firenze (Palazzo Pitti).
La sua è una pittura gestuale e materica pronta a cogliere ogni effetto luminescente e chiaroscurale che gli offre il paesaggio che osserva.
Espose a Torino, Milano, Londra, New York, Venezia altre città.
Sue opere si trovano alla Galleria d’Arte Moderna di Torino.
Partecipa alla Biennale di Venezia ininterrottamente dal 1926 al 1934.
Mostre personali alla Galleria Bolzani: 1943, 1944, 1946, 1949
Attivo anche nel disegno e nella litografia.
Emilio Zanzi scriveva su Petrella, era “ancora indeciso tra futurismo, impressionismo e cubismo”.
Lucio Ridenti lo paragonò a Henri Matisse nel 1945.
Il 1950 e il 1974 la Galleria d’Arte Fogliato di Torino a Petrella ordina due mostre retrospettive.

Galleria