Mantova 1903 – Genova 1989

 

 

Arturo Momoli Longhini pittore ligure

 

 

 

 

Formatosi a Verona ed a Genova, sotto la guida del veronese ligusticizzato Romenati, ha iniziato l’attività espositiva solo dopo il secondo conflitto mondiale.
Ha tenuto una personale a Palazzo Stozzi a Firenze, nel 1957, con presentazioni di Clemente Romani su invito del Ragghianti.
Lo stesso Ragghianti ne ha presentato un’antologia nel 1971 alla Galleria Nuovo Sagittario di Milano.
Ha tenuto inoltre personali alla Galleria Rotta nel 1974 e alla Galleria Il fanale nel 1976, entrambe a Genova.
La rara partecipazione a rassegne si giustifica col fatto che Momoli Longhini coltivò costantemente la pittura come passione, essendo professionalmente impegnato nell’attività di ingegnere.
I suoi dipinti di tendenza neofigurativa e latamente espressionista illustrano, soprattutto, negli ultimi anni, figure di prelati e musicisti.
Suo opere sono presenti nella collezione della GAM di Genova.