GIOVENALE

 

 

 

Sanremo (IM) 1892 – 1979

 

 

 

Gastaldi Giovenale pittore ligure

 

 

 

Già all’età di 8 anni manifesta una grande passione per la pittura e, all’Istituto Tecnico di Porto Maurizio, le sue opere venne­ro appese alle pareti delle varie aule e alcune, inviate a Roma, ebbero le lodi delle autorità scolastiche.
Dopo l’Istituto Tecnico di Porto Maurizio frequentò altre scuole fino alla Facoltà d’Ingegneria e di Architettura di Torino. Purtroppo gli studi vennero interrotti a causa della Prima guerra mondiale e fu chiamato alle armi.
Durante le licenze ritornava a Sanremo nel suo studio a dipingere e a vendere alcuni quadri.
Il 2 dicembre del 1919 si laurea con una tesi su il progetto di un grande albergo a Sanremo.
Nel 1920 sposa Dominga Pino.
Inizia subito a lavorare nella città dei fiori in veste di architetto, ma coltivando sem­pre una grande passione per la pittura.
Nascono palazzi prestigiosi, ville, villi­ni: il mercato dei fiori a Ospedaletti inaugura­to dalla Regina Margherita, casa Borea, alber­ghi e via via costruzioni di grande importanza per la città di Sanremo. Amò tutti i grandi Maestri della pittura italiana, in particolare Antonio Fontanesi e Sandro Botticelli.
Si reca­va spesso a Firenze attratto dai pittori del Rinascimento.