Pollone 1840 (BI) – Torino 1908

 Lorenzo Delleani pittore che ha operato in Liguria

Lorenzo Delleani nella sua prima formazione stilistica avvenuta presso l’Accademia Albertina di Torino, il pittore apprende i primi rudimenti dall’arte pittorica dai suoi maestri Carlo Arienti e Cesare Gamba: proprio in questo periodo si dedica molto alla pittura storica e di genere, tant’è che i suoi quadri ricevono diversi riconoscimenti per lo stile divenuto inconfondibile, la capacità espressiva e abilità stilistica.
Il primo riconoscimento ufficiale avvenne nel 1874 quando porta alcune delle sue opere al Salon di Parigi, opere nelle quali tuttavia non è ancora sbocciato l’interesse verso i paesaggi, ma solo verso la storia ed i quadri di genere.
È verso il 1880 che si nota una trasformazione del stile pittorico che viene rivisto ed aggiornato sia per quel che riguarda la capacità stilistica e la tecnica utilizzata, sia per quel che concerne il tema, che non è più la storia ma il paesaggio, con una particolare attenzione alla realtà quotidiana e, soprattutto, alla sua rappresentazione.
Da non dimenticare che gli anni in cui compose le sue opere sono anni particolari per l’arte, in cui si forma a Parigi una corrente artistica e culturale del tutto nuova rispetto a quanto accadeva ai tempi e soprattutto antitetica rispetto a tecniche e stili fino a quel momento utilizzati: l’Impressionismo.
È proprio l’Impressionismo a dare nuovi mezzi espressivi all’artista, che si dedicò proprio in questi anni alla pittura en plein air, tipica dell’Impressionismo: i paesaggi del Piemonte, che erano tra le raffigurazioni preferite venivano così rivisti e rivalutati con pennellate di colore molto dense ed espressive, ma con un interesse elevato verso la natura più che verso la città, dalla quale spesso rifuggiva.
Nella carriera si ricorda la partecipazione a due Esposizioni Internazionali d’Arte a Venezia, la prima nel 1899, e la seconda nel 1905.
Qualche anno dopo, nel 1908, il pittore si spense a Torino, ed in suo ricordo alcuni tra i comuni piemontesi come Torino, Biella, Novara, e Santena, hanno intitolato una via a suo nome.
All’ultimo periodo della sua vita, come sostiene Angelo Dragone  il maggior studioso del pittore ,  va ascritta la produzione ligure con altre opere quali Torre al sole in riviera datata 1908.
Per il centenario della morte di Lorenzo Delleani (1840-1908), il Museo del Territorio Biellese intende celebrare l’artista d’origine biellese, con un evento espositivo frutto della collaborazione, sul piano organizzativo e della curatela, con la Fondazione Palazzo Bricherasio di Torino.
La mostra di Biella ripercorrerà la produzione artistica di Lorenzo Delleani attraverso un approccio biografico, privilegiando in particolar modo il tema del paesaggio, dell’eredità artistica lasciata ai propri allievi e della fortuna che conobbe la sua produzione e che per questo fu da subito apprezzata dal collezionismo locale.

Galleria