BO GIACINTO-PITTORILIGURI.INFO

Montanaro Canavese (TO) 1832 – Torino 1912

Giacinto Bo pittore che ha operato in Liguria

Giacinto Bo autodidatta, guardò soprattutto a Giuseppe Camino realizzando marine e paesaggi spesso oleograficamente manierati.
Dal 1871 al 1900 partecipò alle esposizioni delle società Promotrici di Genova e di Torino con una produzione di vedute piemontesi e liguri (Le sponde della Dora, esposto a Torino nel 1884; Scogliera a Bergeggi Spotorno, esposto a Genova nel 1893), cui affiancava soggetti floreali e orientalisti (Interno di un edificio egiziano, esposto a Torino nel 1871; Interno di un harem, esposto a Torino nel 1882), realizzati anche a tempera e ad acquerello. esposto a Torino nel 1882.
Figurò in molte esposizioni torinesi, tra le quali l’Esposizione generale d’Arte italiana nel 1898 col quadro: Le mie rose.
Dall’inizio del 900 non prese più parte ad altre competizioni artistiche perchè bisogni finanziari lo obbligarono a svendere le sue opere ed a moltiplicarle incessantemente per poter far fronte ai bisogni finanziari lo obbligarono a svendere le sue opere ed a moltiplicarle incessantemente per poter far fronte ai bisogni materiali della vita.
Infatti i suoi bellissimi studi di mare, di montagna, le nature morte, si potevano allora acquistare dai negozianti per poche lire.
Venne così osteggiato dagli artisti di allora, che lo bandirono dai loro cenacoli.
Morì dimenticato a completamente svuotato come artista.

Galleria