Genova 1787 – Varese 1869

 

 

 

Giuseppe Bisi pittore che ha operato in Liguria

 

 

 

Figlio del pittore e scultore Tommaso Bisi, genovese, (Genova 1758 – Milano 1826)  fu soprattutto abile vedutista.
La sua pittura è legata nella declinazione dell’aspetto naturalistico e paesaggistico mediante ampie vedute (prevalentemente eseguite da un punto di vista rialzato) finalizzate alla pura  osservazione dell’aspetto naturalistico quotidiano e  la resa dello stesso attraverso lo strumento pittorico.
Le sue migliori produzioni richiamano atmosfere e sensazioni di matrice marcatamente romantiche.
Da un suo viaggio a Roma nel 1829 scaturiscono eccezionali raffigurazioni dei paesaggio della campagna laziale.
Nel 1838 a Milano per l’oramai raggiunti successo e notorietà dal direttivo dell’Accademia di Brera gli fu assegnata la cattedra di Pittura del paesaggio, instituita proprio in quell’anno.
Tra le sue opere legate a Genova meritano di essere ricordate: Veduta di Genova dall’alto (1825) conservata presso la GAM di Milano e Veduta di Genova dall’alto del medesimo anno.