Großrudestedt 1845 – Bad Nauheim 1904

Edmund Friedrich Kanoldt pittore che ha operato in Liguria

Edmund Friedrich Kanoldt fu allievo di Friedrich Preller a Weimar per quattro anni e mezzo in seguito, nel 1869, si trasferì  a Roma, dove si dedicò al paesaggio frequentando l’ambiente degli artisti stranieri e in particolare l’atelier di August Weckesser e di H. Dreber, detto Franz-Dreber il cui studio della natura ha avuto la massima influenza sul nostro per le sue opere ottenute attraverso una morbida fusione di colori.
Sulle orme del suo maestro, visitò Olevano Romano , dove fu realizzato il suo disegno a matita La Serpentara di Olevano .

La Serpentara di Olevano

Vi rimase fino al 1872, ma tornò in Italia nel 1874 per realizzare i disegni per la magnifica opera di Engelhorn sull’Italia, soggiornoò poi in Liguria, prevalentemente nella Riviera di Levante nei primo anni del 1900.

Quando Kanoldt seppe che la Serpentara , un querceto vicino a Olevano Romano, stava per essere abbattuto, avviò una campagna di raccolta fondi per acquistare il bosco a beneficio dell’Impero tedesco e dell’imperatore tedesco.
In seguito si stabilì a Karlsruhe, dove continuò la sua formazione coloristica basata su Ferdinand Keller , che di tanto in tanto decorava i suoi paesaggi con figure.
Le sue opere sono caratterizzate da colori atmosferici, poeticamente composti e ricchi e succosi.
Per una casa privata a Lipsia dipinse la storia di Amore e Psiche in otto quadri e con Philip Grot Johann illustrò ” Dalla vita di un buono a nulla ” di Eichendorff .
Edmund Kanoldt  ebbe un figlio Alexander  (1881-1939)  anch’egli pittore.

Rapallo, 1894

Galleria