Savona  1915 – 2003

Annaviva ceramista e pittrice ligure

Annaviva pseudonimo di Anna Traverso , poetessa ceramista e pittrice in continuo servizio alla forze del progresso artistico, ha saputo inserire nelle sue opere un’analisi limpida e chiara del contesto nel quale ha vissuto.
Nel 1935 sposa l’artista futurista Giovanni Acquaviva e aderisce al movimento.
Nel 1938 pubblica su “Mediterraneo futurista” la lirica Aeropensieri e nel 1944 da alle stampe il poema “L’Universo dai passi di Gesù al Calvario”, illustrato dalle incisioni del marito.
Nel 1939 presenta alcuni suoi lavori a china alla Galleria Bagutta di Spotorno.
Nei primi anni Cinquanta si avvicina alla ceramica ed è presente con alcune sculture in ceramica alla mostra “Le Streghe” tenuta nel 1954 alla Galleria Sant’Andrea di Savona.
Nel 1966 realizza, presso la manifattura ceramica “M.G.A.” una raffinata serie di ceramiche raffiguranti la Madonna esposta in una mostra organizzata da Tullio d’Albisola in occasione dei festeggiamenti per il 150° anniversario dell’incoronazione della Madonna di Misericordia di Savona.
Negli anni Sessanta è titolare, insieme a Vittorio Venturino, della Galleria dell’Orizzonte ai Piani d’lvrea.
Così, nel 1939, Filippo Tommaso Marinetti celebrava il “battesimo” artistico della giovane Annaviva: “Oggi […] trentennale del Futurismo, il Poeta Marinetti creatore del Movimento Futurista, ha riunito intorno a se al Lido di Roma e nelle cinque sale tuturiste della Quadriennale, tra le opere dei 47 aeropittori e aeroscultori, molti tuturisti d’ltalia.
Egli ha elettrizzato i futuristi con un grido di gioia a Benito Mussolini, Angelo Custode dell’ltalia Poesia armata.
Alle interrogazioni dei giovanissimi futuristi ventiduenni e venticinquenni: Annaviva, Averini, Bellanova, Buccatusca, Forlin, Garavelii, Monachesi, Pattarozzi, Pennone, dei gruppi “Boccioni”, “Sant’Elia”, “Fillia”, “Azari”, “Savarè”, ecc., il Poeta Marinetti ha risposto con la seguente formula letteraria artistica perla creazione delle opere future, diramata dall’Agenzia A.L.A.: Orgoglio italiano svecchiatore novatore velocizzatore/ Gioconda originalità d’aeropoesia aeropittura aeromusica poesia dei tecnicismi e invenzione di nuove arti con sintesi dinamismo e simultaneita/ Splendore geometrico ascensionale di nuove città da godersi dall’alto e future città volanti o ferme nello spazio/ Guerra sola igiene del mondo per il perfezionamento dell’lmpero Mussoliniano / Chi canta la guerra ha in tasca la pace e l’amore fecondo / Chi canta la pace ha invece il plagio della vilta, l’impotenza e la morte / ltalianizzazione del Medirerraneo.
Nel 2009. una grande mostra sul Futurismo a Savona inaugura un ripensamento nei confronti della valutazione storica di questa avanguardia, cercando nella critica artistica, nella poetica e nella metodologia espressiva, i veri valori di un movimento che ha cambiato il ruolo dell’arte italiana nel mondo contemporaneo.
Nel 2019 finalmente la voglia di unire sotto un’unica figura femminile il fermento culturale che il Futurismo ha portato in Liguria, con epicentro Pozzo Garitta in Albissola Marina, puntando sul legame con Sanremo, grazie alla figura di Farfa e Sassu, tra le persone più importanti per Annaviva assieme a Fontana, Caldanzano, Capogrossi, Crippa, Diulgheroff, Fabbri, Jorn, Gussago, Lam, Luzzati, Milani, Munari, Reggiani, Rossello, Saba Telli, Salino, Scanavino, Siri, Strada.
Annaviva lascerà scritto: “La piazza di Albisola  mi sta nel cuore come un ritratto della mia famiglia.”

Galleria