PICASSO MATTEO

picasso.JPG

Recco (GE) 1794 – Genova 1879 

Picasso Matteo pittore ligure

Nasce a Recco nel 1794, figlio del capitano Antonio, proprietario di bastimenti.
Avviato all’attività marittima diverrà egli stesso armatore; in occasione di un suo viaggio di lavoro a Roma presso il Marchese Stefano Rivarola, ha l’occasione di dimostrare la sua valenza artistica eseguendo alcuni disegni che colpiscono profondamente  il patrizio genovese il quale convince il giovane a fermarsi per approfondire i suoi studi presso il Camuccini, noto pittore neoclassico.
Le prime opere ricordate sono un autoritratto a matita, datato 1810 ed una copia della deposizione del Caravaggio datata 1819.
Matteo Picasso diviene un ritrattista di fama internazionale considerato, a ragione, il più importante pittore ligure tardo neoclassico; impeccabile la sua interpretazione del personaggio raffigurato, non solo per la perfetta somiglianza e nitidezza, ma anche per il desiderio dell’artista di studiarne il carattere e la personalità.
Esegue ritratti a Genova e presso le corti italiane ed europee mantenendo un linguaggio costante, nonostante i mutamenti storici, la sua arte, in definitiva, si identifica con il potere. Subisce, in certo qual modo, l’influenza della pittura francese dell’epoca, ma è anche ispirato dalla tradizione ritrattistica ligure.
Dal 1856 al 1877 espone alle mostre della Società Promotrice di Belle Arti, circa 30 ritratti.All’età di quarantasei anni sposa la giovane recchese Teresa Cichero che ritrarrà spesso in abbigliamenti sfarzosi e in epoche differenti.Nel 1853 crea un’Associazione di Mutua Assicurazione Marittima tra armatori (per limitare i costi dei premi assicurativi) tale si protrarrà per un trentennio circa.
Tornando alla sua attività artistica, ricordiamo una delle sue opere più recenti: un autoritratto datato 1868; comunque dobbiamo ricordare che il Picasso, nel 1876, esponeva ancora alla locale Promotrice, cinque ritratti.
All’età di ottant’anni in lui nasce il desiderio di avvicinarsi ad una pittura sensibile al naturalismo ed al paesaggismo. Nascono così numerose opere: L’uccello del Paradiso, Il Cigno, Il mare di Camogli, Veduta di Nervi.Esegue anche numerosi soggetti floreali. La sua arte, adesso, non più vincolata dalle aristocratiche committenze, appare più libera e rinnovata nel sentimento.
Tra le sue prime mostre ricordiamo quella presso l’Accademia Ligustica nel 1828 (con numerosi ritratti).Sue opere a Genova, Collezione T. A. Pizzardi; Collezione Marchese Orsa Serra; Palazzo Rosso; Genova- Nervi, Galleria di Arte Moderna; Imperia, Pinacoteca Civica; Recco, Parrochiale; Milano, Milano, Biblioteca Nazionale Braidense; Milano, Civica Ospedale Maggiore; Raccolta Bertarelli.

 

info icona

Informazioni gratuite

Richiedi informazioni su pittori ed opere dell '800 e '900 ligure.

icona valutazioni

Autenticazioni

Richiedici una Autentica del dipinto

Protected by Copyscape Web Plagiarism Detector
eiro icona

Vendite

La nostra esperienza per una vendita sicura e vantaggiosa