34.jpg

 

 

Genova Sestri Ponente 1902 – 1980 

 

 

 

Canepa Mario pittore ligure

 

 

 

 

Difficili da reperire sono le notizie sulla sua formazione artistica.
Stimato e apprezzato negli ambienti artistici e dai cultori d’arte per il profondo amore non disgiunto a umiltà con cui si dedicò alle sue opere. Iniziò con una pittura figurativa passando poi all’astrattismo per poi giungere ad una forma pittorica d’avanguardia del tutto personale.
Infatti la sua pittura è di un eccezionale vigore nettamente disgiunta da altre espressioni.
Canepa non è stato legato a nessuna scuola di pensiero tuttavia le sue opere dal 1951 hanno conseguito importanti premi e riconoscimenti.
Le sue opere sono state eseguite preferibilmente dal vero, le sue marine, i suoi paesaggi, le sue case sulle scogliere, i suoi canneti rivelano una notevole attenzione formale, una sensibilità cromatica e una ricerca di sperimentazione.
Ha partecipato su invito alla Mostra Nazionale di Ravenna nel 1951, appunto, al Premio Golfo di La Spezia negli anni 1951, ’53 e ’54, al Premio Vado ligure del ’52, al Premio Michetti – Pescara del 1954 al Premio Albisola nel 1957, al Premio Marina di Massa negli anni 1961, ’62 e ’65 al premio Nazionale Imperia del ’64.
Ha esposto inoltre alle Mostre Regionali e Interregionali.
Tra le sue mostre personali si ricordano Galleria Cona a Savona nel 1965, Galleria Travi a Genova Sestri nel ’67, Chalet Acquasola a Genova nel 1968, Galleria San Tevasio a Casale Monferrato nel 1969.